Stabilizzazione e consolidamento di terreni

Stabilizzazione e consolidamento di terreni

La scarsità dei materiali, la necessità di minimizzare l’impatto dei lavori sulla viabilità e l’improrogabile esigenza di contenere l’impiego di aggregati di cava rendono la stabilizzazione a calce e cemento delle terre una tecnologia il cui impiego oltre che necessario è ormai obbligatorio. 

La stabilizzazione a calce e la stabilizzazione a cemento sono delle tecniche vantaggiose sia dal punto di vista economico che ambientale. 

La stabilizzazione a calce e cemento delle terre

In questo settore, Ecovie si distingue per la competenza tecnica nell’individuare tramite accurate analisi di laboratorio le migliori soluzioni, e controllare con il proprio personale tecnico i processi produttivi al fine di dare le massime garanzie ai lavori che esegue.

La stabilizzazione a cemento e calce delle terre: perché sceglierla

La tecnica della stabilizzazione a calce e cemento delle terre rende superflua la sostituzione del terreno e l’ allocamento in discarica. La stabilizzazione in sito prevede infatti l’utilizzo delle terre già presenti con l’aggiunta del legante più idoneo alle caratteristiche del terreno.

Un terreno di tipo argilloso o limoso necessita dell’aggiunta di ossido di calcio (calce viva) per ridurne la plasticità e poterne permettere la compattazione ottimale. Terreni di tipo sabbioso-limoso si sposano con l’utilizzo del cemento come legante per ottenere elevate portanze.

Stabilizzazione a calce dei terreni

La stabilizzazione a calce dei terreni passa attraverso varie fasi. Dopo la fase preliminare di accertamento vi è la fase esecutiva, che consiste nella stesura o spandimento del legante, miscelazione con il terreno e compattazione della miscela terreno-legante. 

L’operazione di spandimento può essere effettuata con particolari dosatori elettronici, e può richiedere o meno l’aggiunta di acqua, in relazione al tasso di umidità presente sul terreno.

Le diverse operazioni della stabilizzazione a cemento e stabilizzazione a calce vengono effettuate mediante l’impiego di appositi macchinari progettati e costruiti allo scopo: la macchina stabilizzatrice, lo spandi-legante, i rulli a piastre vibranti ed i rulli gommati di adeguato peso. 

Lo spessore del sottofondo stradale stabilizzato dovrà essere eseguito in maniera coerente rispetto alla pavimentazione stradale da realizzare.  

L’infografica aiuta visivamente a capire il processo di stabilizzazione a cemento e calce delle terre e stabilizzazione terreni. 

COME FUNZIONA

Spandimento di calce e/o Cemento Portland con trattori o camion spandilegante a dosaggio elettronico automatizzato

Miscelazione del terreno con il legante mediante l’uso di stabilizzatrici Wirtgen WR250

Spessore massimo: 56 cm

Compattazione con rulli ferro-gomma vibranti lisci e dentati Hamm H20i da 20 ton

Stabilizzazione a calce imprese: i vantaggi

 La stabilizzazione a calce consiste nel miscelare uniformemente un terreno con l’aggiunta di una adeguata percentuale di calce o cemento. Il risultato finale è l’aumento delle caratteristiche meccaniche e del livello di resistenza del terreno sottoposto al trattamento di stabilizzazione. 

 Ecco i principali vantaggi della stabilizzazione a calce:

 VANTAGGI ECONOMICI

  • Minor sfruttamento di materie prime vergini con conseguente riduzione dei trasporti
  • Reimpiego dei materiali già presenti in sito
  • Abbattimento dei tempi di esecuzione

 VANTAGGI TECNICI

  • Aumento delle prestazioni tecniche superiore al tradizionale

 VANTAGGI AMBIENTALI

  • Reimpiego totale dei materiali
  • Risparmio energetico
  • Riduzione totale dei trasporti

Visualizza il nostro Portfolio

ECOVIE Srl

Via Marco Polo, 25 | 35020 Albignasego (PD) - Italy
Telefono: +39 049 8176500 | eMail: info@ecovie.it
Pec: ecovie@legalmail.it | P.IVA/CF: 01444350282

Powered by Pixwell.

Ecovie srl è associato SITEB